Cosa significa Made in PRC?

cosa significa made in prc
Condividi su facebook
CondividI
Condividi su twitter
CondividI
Condividi su linkedin
CondividI

Cosa significa Made in PRC?

Made in PRC è ovunque: utensili, abiti, componenti industriali e – raramente – anche sugli alimenti. Ma cosa significa Made in PRC?

Made in PRC vuol dire semplicemente Made in Poeple’s Republic of China, ovvero, nella nostra lingua, prodotto in Cina.

Si tratta in realtà di un’operazione di marketing del governo cinese avviata ormai qualche anno fa, che ha cercato di eliminare il vecchio Made in China, che era diventato sinonimo di produzioni di scarsa qualità che nessuno avrebbe mai voluto acquistare.

In realtà però il significato di Made in PRC e di Made in China è assolutamente identico.

Dove troviamo più frequentemente Made in PRC

Sugli utensili, soprattutto quelli in plastica, e sull’abbigliamento, i due settori che sono ancora i più forti per la Repubblica Popolare Cinese.

L’economia cinese però cresce su ritmi molto sostenuti e si sta allargando anche verso altri settori. Non è assolutamente raro oggi trovare la scritta Made in PRC su:

  • Oggetti in metallo, anche di precisione
  • Prodotti industriali e semilavorati
  • Automobili e parti delle stesse
  • Pneumatici
  • Elettrodomestici
  • Computer
  • Prodotti chimici

Made in PRC è sinonimo di bassa qualità?

Non necessariamente. La Cina ha in realtà oggi produzioni di qualità, che nulla hanno da invidiare alle produzioni occidentali, alle quali siamo soliti attribuire un valore e una qualità più elevate.

Basti pensare che i computer Apple, tra quelli considerati come di maggior qualità al mondo, sono interamente prodotti in Cina (sebbene sulle confezioni campeggi un Designed in Cupertino che prova a distogliere l’attenzione dalla cosa), oppure alle console come Playstation e tutte quelle della serie Nintendo.

In realtà il Made in PRC oggi è ubiquo e si trova anche su produzioni di grandissima qualità.

Talvolta però le cose stanno diversamente: gli utensili da lavoro cinesi non godono ancora della stessa affidabilità di quelli prodotti negli USA, in Germania o in Italia, così come spesso anche le produzioni tessili non sono ancora in grado di arrivare, in alcuni settori specifici, alle eccellenze europee.

In via generale comunque si tratta ormai di un inutile pregiudizio: moltissimi prodotti Made in PRC possono sicuramente rivaleggiare con prodotti europei o statunitensi, o addirittura con quelli giapponesi.

Ci sono differenze tra Made in China e Made in PRC?

Assolutamente no. Si tratta di prodotti che provengono dalla stessa area, ovvero dalla cosiddetta China Mainland.

Vale la pena di ricordare in questo contesto che Taiwan, sulla quale la Cina ha rivendicazioni politiche importanti e che non è riconosciuta ancora da moltissimi stati, esporta i suoi prodotti apponendo Made in Taiwan.

Non utilizza dunque il suo nome ufficiale, che è appunto Repubblica di Cina.

I vestiti Made in PRC sono pericolosi?

No. I capi di abbigliamento Made in PRC, sebbene talvolta possano essere di qualità scarsa, non sono pericolosi. Tutta la merce che viene introdotta attraverso i confini europei è controllata e non dovrebbe presentare alcun tipo di problema.

Ci sono stati dei casi sporadici di ritiri su vasta scala, che sono comunque statisticamente in linea con i ritiri dei prodotti provenienti da altri paesi.

I giocattoli Made in PRC sono pericolosi?

Se riportano la dicitura CE e sono acquistati attraverso canali legali e riconoscibili, non sono pericolosi.

Il grosso dei giocattoli in plastica a livello mondiale continua ad essere prodotto in Cina e continuerà ad esserlo anche per il futuro.

Condividi su facebook
CondividI
Condividi su twitter
CondividI
Condividi su linkedin
CondividI

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *