fotovoltaico-per-ufficio

Fotovoltaico per ufficio: ecco le idee migliori

Forse in molti non lo sanno, ma non sempre bisogna fare complessi lavori per adeguare al fotovoltaico il proprio ufficio, esistono anche dei pratici kit fotovoltaici che si montano in breve tempo e senza rivoluzionare per settimane le proprie abitudini a causa dei lavori.

In ufficio si produce e il tempo è denaro, avere per troppo tempo degli operai tra le stanze o persino dover chiudere per lavori, non è di certo una buona idea, soprattutto di questi tempi.

Quindi come si può fare per adeguare il propri ufficio, renderlo autonomo ed utilizzare l’energia solare per alimentare le utenze elettriche ecc? Se non puoi sostenere i lavori per applicare i classici pannelli sul tetto, puoi applicarne dei più piccoli sul balcone o sul terrazzo.

Vediamo ora come fare con la nostra guida di oggi. Continua a leggere per capire in che modo puoi rendere il tuo ufficio autonomo con il fotovoltaico.

Soluzioni per ufficio

Come anticipato si trovano delle soluzioni semplici ed indipendenti dalla rete elettrica che si occupano di dare energia al tuo impianto e che utilizzano la rete elettrica solo se le batterie sono scariche o anche opzioni connesse alla rete elettrica, o altri tipi di opzioni, dipende dalle tue esigenze.

I kit per ufficio sono il tipo di impianto più economico e non ti obbligano nemmeno a disturbare il palazzo in cui si trova il tuo ufficio se non tutti i condomini fossero d’accordo ad applicare il fotovoltaico allo stabile. Quali sono gli esempi di kit che si possono acquistare per avere il fotovoltaico in ufficio? Lo vediamo insieme nel paragrafo seguente.

Esempi fotovoltaico uffici

Ecco alcuni esempi di soluzioni per fotovoltaico per uffici:

  • Impianto connesso alla rete con un bassissimo costo di installazione, senza batteria e con il tutto connesso al tuo impianto;
  • Impianto con accumulo connesso alla rete, che ha anche un ritorno economico dato che la parte di energia residua potrà anche essere utilizzata per altri;
  • Soluzioni ridotte per alimentare solo pc e stampanti, economiche e prestanti.

Tutte queste soluzioni sono soggette ad una detrazione IRPEF del 50%. Come scegliere il giusto impianto fotovoltaico per il proprio ufficio? Lo vediamo insieme nel paragrafo che segue.

Come scegliere l’impianto

Prima di tutto bisogna conoscere il proprio consumo elettrico e quindi avere chiara la differenza tra i kW, kiloWatt, e i kWh ovvero i kiloWattora. Dovrai conoscere bene queste grandezze per capire quale sia la scelta corretta.

Vediamo di fare un pochino di chiarezza. Il kiloWatt è un’unità di potenza quindi riguarda il contratto che abbiamo stipulato con il nostro fornitore di energia elettrica. Significa che il consumo dato dalla somma di quanto serve ad un frigo, forno, lavatrice ecc, non deve superare i dati del contratto, altrimenti il teleruttore staccherà la corrente di casa e ti ritroverai con un piccolo black out da gestire.

Il kiloWattora, è invece un’unità di energia, quindi è espressione della potenza erogata in un dato lasso di tempo. Si tratta dell’energia che consumiamo ed è un parametro fondamentale che bisogna conoscere per la scelta del giusto impianto solare, compresi i kit fotovoltaici da ufficio.

Il dato dei kiloWattora si trova riportato sulle bollette. È importantissimo conoscere il proprio consumo annuo per capire anche quale sia la giusta soluzione di fotovoltaico da scegliere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *